“Trapani Classica” e il giovanissimo pianista Matteo Pierro: 14 marzo, concerto al Conservatorio di Trapani

Compirà 19 anni il prossimo settembre e da otto studia pianoforte rivelando la sua genialità interpretativa, tanto che ha conquistato 25 concorsi internazionali. A scoprire il talento di Matteo Pierro, nato a Banzi, in provincia di Potenza, è stato il Maestro Vincenzo Marrone d’Alberti che ne ha riconosciuto subito le grandissime potenzialità. Lo stesso cammino che ha portato alla scoperta di tanti altri giovani talenti, tra questi Luca Lione che ha alle spalle un altro cammino artistico favoloso.

Il 14 Marzo 2022, come fissato nella programmazione della prima stagione concertistica dell’Associazione “Trapani Classica”, andrà in scena il Recital Pianistico di Matteo Pierro, una
Matinée, alle ore 10,30 nell’Aula Magna del Conservatorio di musica “Antonio Scontrino” di Trapani (ingresso gratuito, con particolare attenzione per i giovani e le scuole), un vero e proprio debutto nella struttura trapanese per gli eventi organizzati dall’associazione musicale e culturale guidata dallo stesso Marrone d’Alberti.

Nella sua vita musicale in crescita, l’incontro di Matteo Pierro con il Maestro Vincenzo si è tradotto con l’avvio ad approfondimenti e masterclass tenuti da grandi pianisti di livello internazionale. Tra questi, Nina Tichman, Benedetto Lupo, Andrea Lucchesini, Francesco Libetta, Vincenzo Balzani e Daniel Rivera, Konstantin Lifschitz e Varvara Nepomnyashchaya.

Su basi personali ottime, tutti questi insegnamenti ed esempi hanno attecchito magnificamente, così l’arte di Matteo Pierro è cresciuta incessantemente. Lo stesso giovane concertista, il 5 febbraio scorso, ha aperto il ciclo dei Salotti culturali di “Trapani Classica” in pieno centro storico della città siciliana, proprio nel salotto del Maestro Vincenzo Marrone d’Alberti.

I Salotti culturali sono stati studiati per un incontro che va oltre il puro ascolto, un approfondimento ulteriore sugli autori dei brani scelti, una conoscenza diretta con il pianista che, di volta in volta, è chiamato a interpretare le composizioni.

Miei precedenti articoli sui protagonisti e sugli artisti chiamati a raccolta per gli eventi di Trapani Classica (link) e sul programma definitivo curato dall’Associazione per la sua prima stagione concertistica (link).
Matteo Pierro, interprete per il primo dei Salotti culturali di Trapani Classica

Programma del 14 marzo 2022 – Matinée ore 10,30 al Conservatorio di musica “Antonio Scontrino” di Trapani

Breve presentazione dei brani a cura di Anna Maria Malerba.

Il recital apre con la Sonatine op. 40 di Maurice Ravel, un piccolo capolavoro di eleganza ed equilibrio. Composta tra il 1903 e il 1905 e dedicata ai coniugi Godebski, carissimi amici del compositore, si sviluppa in tre movimenti: Modéré, Mouvement de menuet e Animé.

Si cambia decisamente registro con il secondo pezzo, uno dei più virtuosistici nel panorama novecentesco: L’escalier du diable del compositore ungherese, György Sándor Ligeti, una delle personalità più importanti della Nuova Musica.

– A seguire i tre intermezzi op. 117 per pianoforte di Brahms che riportano ad una dimensione più umana, una dimensione nostalgica, riflessiva, post – romantica. Risalenti al 1892 insieme alle fantasie e alle rapsodie, sono l’estrema manifestazione dell’idea romantica della musica e del pianoforte come mezzo per esprimere il mondo interiore dell’io.

– Chiusura del concerto con quella che è considerata la più celebre composizione pianistica del musicista russo S. Prokofiev, la Sonata n. 7 in si b M op. 83. Composta insieme alla sonata n. 6 e alla n. 8 tra il 1939 3 il 1944, costituisce il Trittico delle Sonate da guerra.

Eventi e programmazione Trapani Classica in collaborazione con l’Ente Luglio Musicale, il Conservatorio di Stato “Antonio Scontrino” di Trapani e con l’Assessorato alla Cultura di Trapani.

Chi è Matteo Pierro?

Matteo Pierro ha frequentato il “Magisterium di alto perfezionamento pianistico” tenuto dal Maestro Marcella Crudeli, vincendo a 15 anni il suo debutto con il primo concerto per pianoforte e orchestra di Felix Mendelssohn esordendo con l’orchestra ICNT di Roma e a Viterbo presso l’università della Tuscia.

Emozioni e sperimentazioni che lo portano ad altre partecipazioni, come quella del 2021 al “Tadini International Piano Campus 2021” con il Maestro Vincenzo Banzani.

Tra i tanti traguardi raggiunti in concorsi internazionali, il 1° premio assoluto “Ischia International Piano Competion.

Per avere una visione chiara della vita artistica di Matteo Pierro, delle sue esperienze e trionfi, inserisco qui in basso il link al suo curriculum in formato pdf in modo da soddisfare la curiosità di molti lettori:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...